L’Agricoltura di Precisione conviene: 5 buoni motivi per rendere più redditiva la tua azienda

I motivi per integrare l’Agricoltura di precisione nelle aziende aumentano sempre di più. In questo articolo, vediamo come la digitalizzazione abbia come obiettivo quello di avere un enorme impatto sul lavoro delle aziende.

Mentre le note scritte a mano e i fogli di calcolo convenzionali diventano un ricordo del passato, la tenuta dei registri digitali sta diventando fondamentale, anche in agricoltura. I sistemi di gestione delle aziende agricole (FMS) e le app, ormai, fanno gran parte del lavoro di elaborazione dei dati, così da rendere il lavoro dell’agricoltore più fluida. Abbracciando la digitalizzazione nella propria attività, le informazioni e i dati vengono comodamente archiviati, e possono essere immediatamente condivisi con un clic sul pulsante di qualsiasi dispositivo a scelta, con qualsiasi membro del team. 

È tempo di riporre le penne, e utilizzare un sistema di gestione per risparmiare tempo, aumentare la precisione della pianificazione, prendere decisioni tempestive e semplificare le relazioni. Un altro tassello importante per l’agricoltura di precisione.

I vantaggi del digitale

Diamo un’occhiata ad alcuni vantaggi chiave che la digitalizzazione dei dati aziendali comporta:

Migliorare la collaborazione tra il team dell’azienda agricola

Quando tutti i membri del team dell’azienda agricola hanno accesso a tutti gli eventi in corso, la collaborazione migliora in modo significativo. Cliccando un pulsante, il team, insieme ai partner di fiducia, può condividere e comunicare le rispettive attività. La possibilità di connettersi con i propri partner e/o collegare diverse fonti di informazione rafforzerà le relazioni.

Tutto ciò, però, comporta una preoccupazione legata ala privacy delle informazioni personali. La digitalizzazione, infatti, richiede una sicurezza di prim’ordine e un buon sistema di gestione prenderebbe in considerazione l’uso della condivisione basata su autorizzazioni. Con il sistema di gestione corretto, è possibile configurare impostazioni di autorizzazione personalizzate e avvisi per consentire il flusso di informazioni tra il team.

Fornire decisioni tempestive

Nelle stagioni critiche in cui non c’è mai abbastanza tempo, avere accesso agli attuali record dell’azienda agricola a portata di mano, permetterà di agire rapidamente, e con sicurezza, in tempo reale. Inoltre, avendo a portata di mano anche le informazioni storiche, si può facilmente fare riferimento ai record per la pianificazione futura. Ancora più importante, il trasferimento digitale di informazioni funziona in entrambi i modi, quindi oltre a fornire le informazioni del team della propria attività, c’è la possibilità di ottenere consigli dai consulenti di fiducia tramite sistema di gestione o l’app. Qualsiasi azione che bisogna svolgere durante la stagione è a portata di mano, sia che si comunichi con operatori, manager, scout o persino con l’agronomo indipendente.

Avere un quadro accurato della propria azienda

La gestione dei record digitali significa che ora si ha a propria disposizione una conoscenza costante e aggiornata di tutte le attività aziendali. Funzionalità come l’inoltro automatico delle informazioni, come le condizioni meteorologiche sul campo e la fase di crescita, aiutano a prendere decisioni stagionali. È possibile generare report su acri di semina, applicazioni e prodotti, e monitorare in modo efficiente lo spostamento dell’inventario. Infine, si può pianificare e assegnare le attività al team all’istante, in modo che tutti sappiano cosa sta succedendo in ogni momento senza dover interrompere il lavoro.

Spesso però preoccupa la funzionalità effettiva della rete internet, con tutte queste funzionalità. D’altro canto, se ci fossero delle problematiche, il sistema mette a disposizione tutta una serie di funzionalità offline che è importante conoscere e saper gestire.

Migliore accesso alle informazioni

Agendo come un hub centrale per il lavoro, i record digitalizzati sono accessibili e condivisibili praticamente ovunque nel team. Il sistema di gestione, utilizzato in maniera corretta, può migliorare le funzioni operative mantenendo le informazioni sicure e riservate. Niente più tempo perso nella ricerca di scartoffie dei documenti storici dell’azienda: ora sono al sicuro per il futuro.

Ora di risparmio nel tempo di amministrazione

Sappiamo tutti che il tempo è denaro e l’incorporazione di un sistema di gestione per i registri dell’azienda può far risparmiare tempo e ore di manodopera. Laddove in passato si potrebbe aver trascorso ore ed ore a svolgere le tradizionali attività di conservazione dei record, le funzioni automatizzate all’interno di un sistema di gestione possono concedere molte più ore di tempo libero.

Il sistema giusto

Vedere i vantaggi dell’adozione di un sistema di gestione per la tenuta dei registri dell’azienda agricola è facile. Decidere quale si adatta alle esigenze della propria operazione individuale può essere un po ‘travolgente. Dato che ci si trova sempre più di fronte a una vasta selezione di strumenti digitali, si dovrebbe considerare una soluzione completa che funge da hub centrale per fornire informazioni accurate a portata di mano per migliorare la produttività complessiva, riducendo al minimo le interruzioni delle operazioni quotidiane e dei flussi di lavoro .

Quindi, come si seleziona e si integra il miglior sistema di gestione per le proprie esigenze di conservazione dei dati? Diamo un’occhiata ad alcune delle caratteristiche che un sistema di gestione completo dovrebbe fornire:

Collaborazione

Per migliorare le prestazioni generali. Ciò include elementi quali la connettività con l’intero team per una gestione più efficiente delle persone, la capacità di visualizzare i piani di raccolta, un modo per tenere traccia dell’inventario e gestire i registri delle attrezzature; anche offline.

Integrazione

Per automatizzare la raccolta dei dati. La piattaforma dovrebbe avere numerose connessioni con sensori, hardware e altri software. Più API (Application Programming Interface) sono presenti nel sistema di gestione, meno dati dovranno essere inseriti e più potente sarà il sistema di gestione per l’azienda.

Fornitori di servizi

Per consentire l’integrazione di  fornitori di servizi di terze parti fidati e il loro software. La piattaforma dovrebbe funzionare con i fornitori di servizi attuali e affidabili, consentendo nel contempo a tali fornitori di servizi di essere più efficienti nella fornitura dei servizi in azienda.

Sicurezza

Linee guida rigorose per la sicurezza e la privacy dei dati dovrebbero essere importanti per ogni membro del team, incluso il provider del sistema. L’uso di impostazioni e avvisi basati su autorizzazioni dovrebbe essere una delle funzionalità principali incorporate in un buon sistema di gestione o app. Ci deve essere la sicurezza che i propri dati siano in buone mani.

Proprietà dei dati

L’incertezza sulla proprietà dei dati probabilmente rende diffidenti su quale azienda lavorare. Un sistema di gestione efficiente e di alta qualità comunicherà chi possiede i dati e cosa significa realmente proprietà. Alcune piattaforme condividono persino le entrate con le aziende agricole che scelgono di partecipare.

Coltivazioni potenziate

Conoscere la propria terra e il sistema di gestione fungerà da hub centrale per l’attività rendendo accessibili i record digitalizzati.

Indipendenza

C’è bisogno di una consulenza indipendente nel proprio interesse e non connessa alla vendita di altri prodotti.

Formazione

Creando una squadra forte, per portare nuove idee, competenze e strumenti per la tenuta dei registri renderà il processo decisionale più semplice e di grande impatto.

Le 10 competenze in agricoltura di cui non si potrà fare a meno nel prossimo decennio

La tecnologia avanza, e con essa l’agricoltura cerca di adattarsi per migliorarsi sempre di più. I protagonisti del settore non possono stare a guardare. E’ fondamentale restare al passo coi tempi. Vediamo quali sono le 10 competenze fondamentali.

Un termine relativamente nuovo sta facendo il giro in questi giorni:” upskilling “. Il termine che, sopratutto in agricoltura di precisione, sta a significare che, man mano che tecnologie digitali come l’automazione e l’intelligenza artificiale si insinuano in ogni angolo dell’economia, tutti nella gerarchia del posto di lavoro devono alzare il livello per continuare ad aggiungere valore per non essere schiacciati dal progresso tecnologico.

Ma per aspirare ad una lunga carriera nell’agricoltura di precisione, non basta avere una solida conoscenza dei percorsi gemelli di tecnologia e agronomia.

Certamente ci sarà sempre un riferimento a ciò che ai tecnici piace chiamare “dominio della conoscenza“, ovvero esperienza acquisita da anni di tentativi ed errori. Ma i risultati della produzione agricola e dell’orticoltura nel mondo reale vengono sempre più codificati in prodotti di dati e potenziati dall’intelligenza artificiale e dall’apprendimento automatico, con agricoltori esperti del mondo reale che agiscono come consulenti e fornitori di dati

Ecco le 10 migliori competenze lavorative necessarie nel 2020, per l’agricoltura e per l’agricoltore di precisione, secondo il World Economic Forum.

Risoluzione di problemi complessi in agricoltura di precisione

Questo è quasi ovvio in agricoltura, dove una serie diversificata e in continua evoluzione di sfide ed insieme di dati tendono a modificare le risposte anno dopo anno. Ma, i problemi, diventeranno ancora più complessi. Se si pensa che il connubio tra agronomia e tecnologia di precisione sia complicato, bisognerebbe sovrapporlo alle considerazioni sui dati dell’agricoltura digitale. Sarà come pensare in tre dimensioni.

Pensiero critico

Il pensiero critico richiede un’analisi e una valutazione obiettive, essenziali quando l’agricoltura basata sui dati si allontana dalla dipendenza da semplici osservazioni e “sensazioni viscerali”. Una capacità di giudicare la veridicità, e la pertinenza di dati e abbinarla a un istinto infallibile per creare il massimo risultato favorevole, per i coltivatori saranno molto apprezzati.

Creatività

La bellezza della nuova tecnologia è che è nuova , quindi generalmente non ci sono libri di regole. Ciò consente molta latitudine fintanto che si ottengono risultati. Le epoche del cambiamento premiano coloro che sono in grado di dare un senso e processare dal caos.

Gestione delle persone

Il marchio CropLife, ha recentemente tenuto il 25 ° incontro annuale del comitato consultivo PACE in cui – come spesso accade – la conversazione si è rivolta al tema degli agronomi e dei consulenti come “consulenti di fiducia” del coltivatore. Il sentimento del gruppo era che la prossima generazione di coltivatori, ventenni, trentenni e persino quarantenni, che sono i cosiddetti “nativi digitali“, spesso preferisce interagire tanto attraverso gli strumenti online quanto faccia a faccia e sembra avere poca pazienza per le tecnologie , processi e prodotti che non generano risultati immediati. Passeranno rapidamente a qualcos’altro.

Coordinarsi con gli altri

Ci vuole un lavoro di squadra. La capacità di gestire i “passaggi” ad altri membri della squadra in modo corretto e diplomatico sarà fondamentale per chiunque lavori in ambienti collaborativi come quello agricolo.

Intelligenza emotiva

Si dice spesso che l’agricoltura sia tanto un’arte quanto una scienza, ed è qui che entra in gioco l’intelligenza emotiva. Fare marcia indietro sulla condivisione dell’importanza dei dati, e consentire al cliente di arrivare alle proprie conclusioni, può richiedere molta pazienza e intelligenza emotiva.

Giudizio e processo decisionale in agricoltura di precisione

Condurre analisi e avere discussioni dettagliate e di ampio respiro è una cosa. Arrivare a una conclusione finale e suggerire un percorso prudente è un altro.

Orientamento al servizio in agricoltura di precisione

Negoziazione

Quando non ci sono regole stabilite, quasi tutto può essere una trattativa. Tutto sta nella capacità di vendere bene la propria idea ad altri, ragionando su un possibile rifiuto o ad un compromesso.

Flessibilità cognitiva

Un’ulteriore abilità fondamentale è la capacità di restare agili mentalmente, così da rispondere in maniera immediata e flessibile alle varie problematiche. Gestendo in maniera corretta il cambiamento e le situazioni ambigue. La flessibilità cognitiva è una qualità importante da avere in un’era di sovraccarico di dati.

Infine un orientamento ai servizi.

La conoscenza della tecnologia e dell’agronomia sono ovviamente fondamentali, ma oggigiorno spesso sono semplicemente la base, il prezzo dell’ammissione. Possedere, o almeno percorrere la strada del possesso, la maggior parte o tutte queste competenze, così da garantire che il lavoro agricolo sarà ancora necessario tra 10 o 20 anni.

L’agricoltura di precisione migliora la produttività.

La produttività e l’efficienza sono gli obiettivi principali di ogni singola azienda agricola. Per questo è fondamentale sottolineare ogni volta quelle tecnologie e innovazioni che migliorano la produttività: FieldView è una di quelle.

A settembre è arrivato in Italia FieldView. Una piattaforma a pagamento creata da Climate Corporation (una società americana di agricoltura digitale), acquisita poi dal colosso tedesco Bayer. La piattaforma permette un’applicazione completa di cicli di agricoltura di precisione, con risultati importanti. Vediamo quali.

FieldVieW e agricoltura di precisione

“Una piattaforma per l’agricoltura digitale che ti aiuta a massimizzare la tua produttività“, è così che viene definita sul sito ufficiale. E’ un’applicazione che permette di gestire, secondo l’agricoltura di precisione, i propri terreni in maniera consapevole. Gli agricoltori, in maniera del tutto autonoma, avendo a disposizione un’ampia mole di dati che si è creata anno dopo anno, possono decidere cosa fare sulle proprie coltivazioni. E’ possibile quindi gestire i mezzi tecnici al meglio ed a rateo variabile, tutto attraverso l’applicazione.

Fieldview èun servizio a pagamento, e prevede 2 tipologie di servizi: FieldView Prime e FieldView Plus. Il primo tipo di sottoscrizione costa 120€, e prevede servizi limitati a immagini sullo stato dell’appezzamento, monitoraggio, mappe di consumo di acqua per la coltura e meteo per appezzamento. Il secondo invece, che varia il costo in base al numero di ettari del terreno (4€ per ettaro), oltre alle funzioni precedenti ingloba altri tipi di analisi e le varie funzioni di prescrizione. Inoltre, è possibile acquistare un dispositivo chiamato Climate FieldView, che consente di mappare le operazioni in tempo reale. Il dispositivo costa 240€ per unità. Infine, per utilizzare la piattaforma, serve solo un tablet e l’app scaricabile gratuitamente sul dispositivo. 

E’ possibile raggruppare le varie funzionalità di FieldView in 3 gruppi, vediamo quali sono. 

Dati sempre a portata di mano

Nella gestione dei dati, fondamentale è FieldView Drive, un dispositivo hardware utilizzabile in cabina. Il dispositivo viene attaccato alla presa diagnostica CAN (un tipo di presa presente nei macchinari) del macchinario per ottenere tutta una serie di dati riguardanti il macchinario stesso e dell’appezzamento su cui si sta lavorando, in tempo reale. Drive permette di collegare i macchinari via Bluetooth al tablet, così da monitorare i dati sul campo.

Inoltre, tra le funzioni che la piattaforma mette a disposizione, è possibile trasferire, in maniera molto semplice (automatica o manuale), dati storici in proprio possesso nelle piattaforme di gestione di aziende agricole e di fornitori di macchinari, all’interno del proprio account FieldView. Ciò permette di non perdere tutti i dati acquisiti nel corso del tempo, e di gestirli ed organizzarli in maniera produttiva, grazie alla piattaforma. Questi dati, possono essere condivisi rendendoli disponibili ad altri agricoltori o aziende che utilizzano la piattaforma, che possono utilizzarli nei loro appezzamenti, o possono aiutare gli agricoltori nel prendere decisioni. Interessante è anche la possibilità che permette di utilizzare i dati, confrontando le mappature digitali e le performance del terreno per scegliere il seme migliore per la stagione successiva.

Mappe digitali

Le mappe digitali sono fondamentali nell’agricoltura di precisione, per confrontare i dati più importanti e capire in che modo le pratiche agronomiche possono influenzare la resa. Per semplificare il lavoro, è possibile utilizzare le immagini satellitari grazie al Climate FieldView. Si utilizza una procedura brevettata per fornire immagini satellitari coerenti con il proprio terreno, rilevate dai satelliti Sentinel 2, e adattate con un algoritmo che permette di capire la performance della coltura appena raccolta. Rilevando eventuali problemi, relativi a una particolare stagione, è così possibile decidere se intervenire per proteggere la resa. Nel rilevare problemi di natura varia, è possibile sfruttare anche le mappe di monitoraggio del terreno, per identificarli e impostare un segnacampo come promemoria della posizione problematica. Anche in questo caso, questo tipo di informazione è condivisibile con altri soggetti del settore che utilizzano la piattaforma. 

Prescrizioni di semina in agricoltura di precisione

La prescrizione, è la funzione che permette di ottimizzare la produzione. Essa utilizza i dati dell’appezzamento, così da raccogliere informazioni preziose, ottimizzando gli input. Si possono creare, in breve tempo, prescrizioni a rateo variabile, o semina multipla, grazie all’applicazione sul tablet. Utilizzando i dati storici e le analisi dell’appezzamento si possono generare prescrizioni di semina personalizzate, in base alla resa o agli obiettivi di redditività.

Tra i partner della piattaforma troviamo aziende del calibro di John Deere o di CNH Industrial, per citarne alcuni. Questi hanno stipulato una partnership in cui il punto di forza è rendere le varie piattaforme interoperabili con FieldView affinché gli utenti possano trasferire i loro dati in maniera semplice ed automatica, rendendo FieldView compatibile con le varie piattaforme e i macchinari. Partner di livello, a testimoniare il successo di questa piattaforma che, dal 2013, si sta diffondendo in tutto il mondo. In particolar modo nei paesi più coinvolti nell’agricoltura digitale, tra cui anche l’Italia.